Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Alemanni

Armi:
Ramo di Calabria: di rosso a tre fasce d'oro, sormontate in capo da tre stelle di sei raggi dello stesso, male ordinate.
Ramo di Napoli: d'oro a due fasce di rosso.
Ramo di Sicilia: d'argento al leopardo di rosso.
Titoli: marchesi di Pianopoli e di Trentola, baroni di Tiriolo.
Dimore: Marcianise, Tiriolo, Pianopoli e Catanzaro.


© Catanzaro, Palazzo Alemanni, stemma

Un ramo della famiglia Alemanni, originaria di Firenze (Alemanna con stemma: trinciato d'argento e d'azzurro, alla banda dell'uno all'altro), si stabilì in Sicilia con Corrado che fu vicerè di Sicilia per l’imperatore Federico di Svevia. Da detto ramo derivarono altri due rami che si stabilirono in Calabria e a Napoli (1) con Alvaro e Federico che seguirono la regina Violante Perez d’Aragona (1273 1302), la prima moglie del re di Napoli, Robertò d’Angiò (2).


Firenze, via Tornabuoni, Palazzo Alamanni


Firenze, Palazzo Alamanni, Stemma


Pistoia, Cattedrale, stemma del Vescovo Federico Alamanni




 

Di lato: Pistoia, Cattedrale, tomba del Vescovo Federico Alamanni - patrizio di Firenze - Anno 1778.

I feudi di Loriano e Trentola, oggi frazioni del comune di Marcianise (CE), nel 1506 appartenevano al barone Francesco Brancaccio; successivamente passarono alla famiglia del Riccio.
Nel 1588 Laura, figlia di Gugliemo del Riccio, sposò Andrea Alemanni (1577
1616), figlio di Vincenzo (1536 1590) e di Caterina Capponi, portando in dote i feudi di Loriano e Trentola.
Andrea (1625
1681), figlio di Vincenzo (1595 1630) e di Maddalena Capponi, fu il primo marchese di Trentola.


Marcianise (CE), Castello di Loriano


Castello di Loriano, stemma partito Alemanna e del Riccio

Il ramo calabrese si stabili’ a Tiriolo (CZ) dove fece costruire un magnifico palazzo; si trasferì alla fine del  XVII secolo  a Catanzaro.


Tiriolo (CZ), a sinistra Palazzo Alemanni

A Catanzaro gli Alemanni avevano più proprietà; il rappresentante più importante del casato fu senza dubbio il marchese Domenico Alemanni di Pianopoli, podestà di Catanzaro, che nella metà del XIX secolo, sposò la nobildonna napoletana Agata Ruffo della Scaletta.


Catanzaro, località Corace, Villa Alemanni


Catanzaro, Palazzo Alemanni, Portale

_________________
Note:

(1) - G. B. di Crollalanza, Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane e stinte e fiorenti, 1896.
(2) -
Robertò d’Angiò (Santa Maria Capua Vetere, 1277 Napoli, 1343), re di Napoli dal 1309 al 1343, rimasto vedovo nel 1302, sposò in seconde nozze Sancha d’Aragona, principessa di Maiorca (1285 Napoli, 1345.


Continua sul quinto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved  
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi