Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia.  

Stemma dei Berlingieri  

A cura del dr. Giuseppe Pizzuti - Prima parte

Arma: d’argento a tre bande scaccate d’argento e rosso, accompagnate nel capo da un lambello rosso a tre pendenti.
Titoli: baroni, marchesi di Valle Perrotta, duchi di Casalnuovo.
Dimora: Crotone, Napoli e Roma.
Patrona:  Sant' Anastasia romana vergine e martire

© Napoli - Stemma della famiglia Berlingieri, marchesi di Valle Perrotta.
© Napoli - Stemma della famiglia Berlingieri.


© Napoli - Palazzo dei Marchesi Berlingieri

La famiglia Berlingieri è originaria di Crotone in Calabria Ultra II ove era ascritta al Patriziato del seggio di S. Dionigi.
Berteraymo Berlingieri fu decorato da re Carlo I d’Angiò coi titoli di barone di Torre Montanari  e di Palena,  in  terra di Calabria.
Giulio Berlingieri, dottore in legge, fu famoso giureconsulto in Napoli.
Annibale
(n. 1666 1719) nobile patrizio di Crotone, ampliò l'antico palazzo dei suoi avi acquistando delle case contigue, non solo, vi era una piccola chiesa col rango di parrocchia intitolata a Santa Veneranda, solo uno stretto vicolo la separava dal suo palazzo, fece in modo di esserne il patrono e di creare un'apertura tale da poter assistere alle funzioni dall'interno del palazzo; col  pretesto di farsi carico della  ristrutturazione in quanto il corpo di fabbrica era in condizioni precarie, (d'altro canto la parrocchia godeva di una rendita annuale misera) nel 1706 conclude l'accordo con il parroco e successivamente con il Vescovo Marco de Rama.


Crotone, Chiesa di SS. Veneranda e Anastasia
 


 SS.VV. VENERANDAE & ANASTASIAE SENIUM  DICATAM  ECCL.AM VETUSTATE  PENE COLLAPSAM ANNIBAL BERLINGERIUS OCTAVIANI CESARIS FILIUS  FULGENTIUS A FUNDAMENTIS RESTITUIT  A.D. MDCCVII


Crotone, Palazzo fatto costruire da Annibale Berlingieri


Cattedrale di Crotone - Cappella Berlingieri


Cattedrale di Crotone - Stemma Berlingieri


Crotone - ingresso villa Berlingieri


Crotone - stemma su cancello ingresso villa Berlingieri


Cattedrale di Crotone - Altra Cappella Berlingieri


Cattedrale di Crotone - Lastra con stemma Berlingieri

Suo fratello Carlo (n.1639 1719), nel 1679 consacrato Arcivescovo Metropolita  di Santa Severina, dispose che al titolo della chiesa di Santa Veneranda si aggiungesse quello di Santa Anastasia vergine e martire.


Cattedrale di Santa Severina


Stemma Berlingieri su portale principale Cattedrale


Cattedrale di Santa Severina - Cappella Berlingieri


Cattedrale di Santa Severina - Lastra con le insegne
di Carlo Berlingieri, Vescovo di Santa Severina


Cattedrale di Santa Severina - dietro altare maggiore


Cattedrale di Santa Severina - dietro altare maggiore


Santa Severina - Museo Diocesano


Santa Severina - Museo Diocesano


Santa Severina - Museo Diocesano


Santa Severina - Museo Diocesano

Nel 1703, il feudo rustico ma quaternato, che pagava un'adoha di ducati 15 alla Regia Curia, pervenuto a Cristofaro Pallone, sposato con Vittoria Berlingieri, a causa dei debiti, il feudo venne sequestrato e successivamente venduto a Nicolò Orazio Berlingieri, figlio di Annibale e nipote di Vittoria. Morto Nicolò Orazio il feudo passò a suo fratello Francesco Cesare, nobile patrizio di Crotone, al quale Re Carlo di Borbone il 19 gennaio 1740 concederà il titolo di Marchese di Valle Perrotta.
Pompilio Berlingieri, Vescovo di Bisignano dal  1706 al 1721, anno del suo decesso; in Bisignano fece costruire un palazzo per accogliervi i membri della famiglia facenti parte del suo seguito.

NICOLA BERLINGIERI VESCOVO DI NICASTRO


Il dipinto di Nicola Berlingieri, vescovo di Nicastro, è opera dell'artista Eduardo Fiore,
è custodito nel museo diocesano di Lamezia Terme ( CZ).

Nicola Berlingieri (Crotone 1774 Nicastro 1854) figlio di Anselmo, 3° marchese di Valle Perrotta e della nobildonna Gabriella Zurlo, fratello di Cesare, 4° marchese di Valle Perrotta; consacrato Vescovo di Nicastro nel 1825, ministero che ivi esercitò sino alla sua morte.
Il marchese Francesco Lucifero nel 1840 trasferiva al Vescovo Nicola Berlingieri una tomolata di terreno del promontorio Lacinio (Capo Colonna), vicino alla colonna e ai ruderi del tempio.


Crotone - Colonna greco-romana di Capo Colonna

Più tardi fu costruito dal barone Luigi Berlingieri un casino di villeggiatura, il barone sosteneva che i ruderi fossero di sua proprietà, alla fine di un contenzioso con lo stato si stabilì che appartenevano al demanio pubblico. La chiesa Santuario risalente al cinquecento costruita vicino alla torre era in condizioni precarie, nel 1882 Gabriella Berlingieri, nobile dei marchesi di Valle Perrotta, fece realizzare l'Altare marmoreo; risale al 1897 la sua completa ristrutturazione e ampliamento per volontà di Anselmo Berlingieri, nobile dei marchesi di Valle Perrotta e nobile di Crotone.

Famiglia Berlingieri - Parte seconda

Famiglia Berlingieri - Seconda parte



Continua sul quinto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved 
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi