Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Caterini

a cura del dott. Carlo Caterini

Arma: d'argento, alla spada dello stesso con la punta al basso all'elsa d'oro sormontata da una stella (6) d'azzurro accompagnata da due rose di rosso bottonate del secondo, una per lato; alla fascia d'azzurro caricata di tre stelle d'oro (6) attraversante sulla spada.
Altra: d'azzurro, alla stella d'oro (6) sormontata da una corona ed accompagnata da un ramo di palma sul lato sinistro, il tutto dello stesso, e sul lato destro da una spada d'argento all'elsa d'oro con la punta al basso.
Di Vaglio Basilicata: d'argento, alla spada dello stesso con la punta al basso all'elsa d'oro accompagnata da due rose di rosso, una per lato; alla fascia d'azzurro caricata di tre stelle d'oro (5) attraversante sulla spada.
Titoli: nobili di Vaglio Basilicata.
Patrona: Santa Caterina d'Alessandria.


Stemma della famiglia Caterini di Vaglio Basilicata

Il cognome dell’antica famiglia Caterini di Vaglio di Basilicata dal 1200 sino alla fine del 1600 sarà trascritto nei documenti nella forma: De Catherina o Catherina, nei secoli successivi acquisterà la forma: Catherini e successivamente Caterini. Da Vaglio Basilicata un ramo raggiungerà Castrovillari in Calabria Citra nel 1619. Un altro ramo si diffonderà in Provincia di Basilicata a Cancellara nel 1782.
La formazione del cognome si fonda sulla devozione immensa da parte dei progenitori della casata  per Santa Caterina d’Alessandria, nobile martire cristiana, i cui simboli del martirio sono raffigurati sui due blasoni della famiglia Caterini: la spada della decapitazione, le rose purpuree, la palma del martirio, la corona quale premio celeste e la stella della sua assunzione nel regno dei cieli.
La casata ha prodotto un numero elevato di sacerdoti e religiosi che, congiuntamente ai loro familiari laici, hanno donato parte dei loro beni alla chiesa per la loro elevazione spirituale e per sovvenire le esigenze degli ultimi. Di costoro si espone un elenco di nominativi rinvenuti nei vari documenti consultati negli archivi e nel prezioso manoscritto conservato presso l’archivio parrocchiale di Vaglio Basilicata denominato: "Libro delle memorie storiche del Vaglio."

Alcuni sacerdoti e religiosi di Vaglio di Basilicata:

Don Nicola Laviero Caterini dei Lo Vece –1500- Possedeva la Cappella di Sant’Antonio nella Chiesa Madre di Vaglio Basilicata, che trasferì ai Caterini suoi familiari ed eredi.

Don Antonio Vicario Foraneo ed Arciprete: figlio di Valentino Caterini e di Apollonia Fedota - 1600.
Don Ambrosio, da sacerdote passò all’ordine dei frati Minori Francescani della vita eremitica, con il nome di Frà Antonio da Vaglio. Istituì un fondo con i propri beni per dotare le fanciulle povere ed orfane. Figlio di Giovanni Maria Caterini e di Rosata Caterini - 1600.
Don Giovanni Lorenzo 1° Senior. Figlio di Giovanni Francesco Caterini e di Catania Albanese – Procuratore del Reverendo Capitolo nel 1640.
Don Giovanni Lorenzo 2°. Nato il 1667. Procuratore del Reverendo Capitolo, Maestro di Cerimonie e Procuratore della Cappella del S.S. Sacramento nel 1720. Figlio di Ambrosio Caterini e di Elisabetta De Felice.
Don Francesco Lorenzo Nicola Raffaele. Nato il 29/10/1749.  Figlio di Giuseppe Antonio Caterini e di Rosa Pappalardo. Fratello del capostipite di Cancellara.

Alcuni sacerdoti e religiose di Cancellara:

Don Francesco Maria, Confessore e Vicario dell’Arciprete Don Biagio Antonio Palese. Nato il 1783 e morto il 03/02/1859. Figlio di Giovanni Lorenzo Caterini e di Mariangela Muscio.
Suor Maria Rosaria, nata il 02/01/1892. Figlia di Francesco Maria Caterini 2° e di Antonia Ianniello.

Alcuni sacerdoti e religiose di Castrovillari:

Don Giuseppe, Doctor in utroque iure, Monsignore ed Abate Generale Superiore di Santa Maria del Castello. Nasce a Vaglio Basilicata dai Magnifici Giovanni Camillo Caterini ed Aurelia Ventre. XVII sec.
Don Giuseppe Antonio Domenico Pietro Benedetto, Doctor in utroque iure e Procuratore del Clero di Santa Maria del Castello. Figlio del Dottor Andrea e di D. Caterina Saponara - XVIII sec.
Suor Caterina, Vicaria dal 1752 al 1760 e Madre Badessa dal 1761 al 1778 del monastero di S. Maria Scala Coeli delle Clarisse. Figlia del Dottor Francesco Caterini e della Baronessa Antonia Pugliese. Divenne Vicaria della sorella della cognata: Madre Badessa Rosa Giocoli di Sant’Arcangelo, nipote del Vescovo Carlo Francesco Giocoli  - XVIII sec. 


Vaglio Basilicata, Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria fondata da Giovanni Battista Caterini

Oltre ad un cospicuo numero di sacerdoti la casata Caterini  si è distinta in passato con importanti protagonisti nella vita pubblica. Costoro hanno ricevuto la considerazione dei loro cittadini e dei nobili, dai quali hanno ottenuto incarichi ed onorificenze. Si presenta di seguito un elenco dei maggiori personaggi con i riconoscimenti, le azioni e gli uffici esercitati:

Ramo di Vaglio Basilicata:

D. Giovanni Battista. Nobile. Magnifico. Figlio di Nicola Caterini. Procuratore dell’Università di Vaglio  Basilicata presso il Vicerè D. Giovanni Zunica Conte di Miranda nel 1589, all’asta d’acquisto del feudo di Vaglio da parte del Conte Salazar. Fu il fondatore della Cappella di Santa Caterina d’Alessandria e benefattore dell’Università di Vaglio alla quale concesse il giuspatronato ed altri benefici. Possedeva il monumento funebre davanti l’altare maggiore della Chiesa Madre di San Pietro. Sposò la Nobile Porzia Zenone di Pignola.


Chiesa Madre di Vaglio Basilcata, Madonna della Misericordia

Don Giovanni Batittista Caterini e la moglie Porzia Zenone raffigurati nel dipinto della Madonna della Misericordia

D. Giovanni Leonardo. Nobile. doctor in utroque iure. Governatore e Giudice di Acerenza dal 1598. Figlio del precedente. Sposò ad Acerenza la Nobile Caterina Simonello, figlia di Francesco Simonello o De Simonellis: nobile signore, raffigurato con la figlia, nel quadro del Matrimonio mistico di Santa Caterina; collocato attualmente, nella sala dell’episcopio di Acerenza.


Acerenza, Arcivescovado, Matrimonio mistico di Santa Caterina d'Alessandria;
nell'angolo inferiore destro i due donatori, Francesco Antonio e Caterina Simonello.

D. Giovanni Battista. Nobile, Doctor in utroque iure, Governatore e Giudice di Abriola dal 1628. Nato ad Acerenza dal Dottor Giovanni Leonardo Caterini e da D. Caterina Simonello.


Stemma casata Simonello di Acerenza

D. Maddalena. Nobile. Magnifica. Sorella del precedente. Sposò il  giorno 11/9/1629 il Conte Donato Gattini di Matera, figlio del Conte e Capitano Belisario e di Felicia Sinerchia, Signora di Rocca San Felice.
D. Vito, Regio Giudice.
D. Giovanni Berardino. Magnifico. Primo eletto nel 1600 e Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1602. Procuratore e benefattore dell’Università. Procuratore e amministratore dell’ antichissima Cappella del Santissimo Corpo di Cristo. Figlio di D.   Caterini e della Magnifica Beatrice Vinciguerra di Tricarico. Sposò la Magnifica Guglielma De Paulis, figlia di Camillo De Paulis e di Elisabetta Carullo di Oppido Lucano, da cui ebbe Giovanni Camillo e Don Ludovico, Notaio Apostolico. In seconde nozze sposò la Magnifica Girolama Marra di Tolve.


Vaglio Basilicata, Altare della Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria


Stemma della casata De Paulis di Vaglio Basilicata

D. Giovanni Camillo, figlio del precedente. Magnifico. Conseguì gli ordini religiosi minori. Agente del Conte D. Andrea Salazar dal 1618, primo eletto nel 1614 e nel 1619, Erario nel 1622,  Sindaco di Vaglio nel 1625, sposò la Magnifica Aurelia Ventre. Ha dato origine al ramo di Castrovillari.


Stemma della casata Ventre di Vaglio Basilicata

D. Donato, Magnifico, Erario  del Conte D. Andrea Salazar dal 1618, secondo eletto nel 1614, Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1623, sposò la Magnifica Rosa Cianciullo di Albano di Lucania.
D. Felice, Magnifico. Sposò Polissena Santangelo. Secondo eletto dell’Università di Vaglio Basilicata nel 1613 e primo eletto nel 1616.
D. Giovanni Domenico. Figlio di Giovanni Felice Caterini. Notaio a Vaglio Basilicata dal 1616 al 1635. Terzo eletto dell’Università nel 1613. Primo eletto nel 1617. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1622. Sposò il 31/01/1616 la Magnifica Elisabetta Martorella, figlia di Flaminio e di Fulgenzia Savina. Flaminio era stato Erario del Conte Andrea Salazar.
D. Ludovico. Magnifico. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1608. Figlio di Giovanni Maria Caterini e di Rosata Caterini. Fratello di Don Ambrosio e zio paterno del seguente.
D. Giuseppe. Magnifico. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1640. Figlio di Giovanni Francesco Caterini e di Catania Albanese. Sposò Beatrice Santangelo, nipote dell’arciprete Don Giovanni Tommaso Santangelo.
D. Pietro Antonio. Magnifico. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1663. Fratello di Don Tommaso Caterini.
D. Domenico, Magnifico. Primo eletto nel 1682 e nel 1685 e Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1687. Sposò il 21/08/1667 Caterina Pedota.
D. Arcangelo. Magnifico. Proprietario. Nato a Vaglio Basilicata il 04/11/1668 da Ambrosio Caterini e da Elisabetta De Felice. Fu Secondo eletto nel 1721, Primo eletto nel 1723, Sindaco di Vaglio nel 1738 e Deputato alla compilazione del General Catasto Onciario il 16/10/1743. Sposò la Magnifica Vincenza Giacomino. Arcangelo Caterini era fratello di Don Giovanni Lorenzo 2° e padre di Don Giovanni Lorenzo 3° e Don Francesco 1°.
D. Domenico. Magnifico. Proprietario. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1773. Figlio di Francesco Caterini e di Isabella Catalano, sposò ad Acerenza il 26/09/1762 la Magnifica Francesca Di Gilio, sorella del Canonico e Cantore, Don Canio.
D. Canio, figlio del precedente. Magnifico. Proprietario. Decurione dell’università di Vaglio Basilicata nel 1800. Sposò la Magnifica Francesca Marsico di Potenza.
D. Giuseppe Antonio, Magnifico. Ricco proprietario, figlio di Arcangelo Caterini e Vincenza Giacomino. Deputato alla compilazione del General Catasto il 07/01/1766. Primo eletto e Decurione nel 1776. Sindaco di Vaglio Basilicata nel 1780. Sposò la Magnifica Rosa Pappalardo di Tolve, cugina di Don Oronzo Albanese, Vicario Generale dei vescovi di Potenza: Don Domenico Russo e Don Giovanni Andrea Serrao.
D. Arcangelo Filippo Oronzo, figlio del precedente. Nato a Vaglio Basilicata il 24/10/1750 e morto il 25/02/1802. Sposò in prime nozze la Magnifica Camilla Danzi e in seconde nozze la Magnifica Caterina Avigliano. Magnifico. Proprietario. Decurione e primo eletto dell’Università di Vaglio dal 1796 al 1798. Cugino di Don Oronzo Albanese e fratello del capostipite di Cancellara, subì la reclusione per la partecipazione alla Repubblica Napoletana del 1799. Con la sua discendenza, tramite il figlio Francesco, prosegue il casato di Vaglio Basilicata.
Francesco Caterini, figlio del precedente. Proprietario, nato il 1800 sposò in prime nozze, Faustina Mattia e in seconde nozze, Arcangela Forzati.
Faustino, figlio del precedente. Proprietario. Nato il 1828 da Francesco Caterini ed Arcangela Forzati, muore a Napoli il 31/08/1852. Ufficiale Borbonico del III reggimento di Linea.


Palazzo Caterini a Vaglio Basilicata

Ramo di Cancellara:

D. Giovanni Lorenzo Gerardo nato a Vaglio Basilicata il 10/07/1757 dai Magnifici Giuseppe Antonio Caterini e Rosa Pappalardo. Ebbe come padrino di battesimo, il Notaio Giuseppe Domenico La Sala. Sposò il 03/06/1782 a Cancellara, la Magnifica Mariangela Muscio. Capostipite della casata Caterini di Cancellara. Magnifico. Proprietario. Subì il carcere a Matera per la partecipazione alla Repubblica Napoletana del 1799, con il cugino: Don Oronzo Albanese e il cognato: D. Prospero Capobianco. Fu liberato nel 1806 con la venuta dei francesi. Esercitò la carica di Decurione dell’Università di Cancellara negli anni 1819, 1821, 1823, 1826, 1827. Risulta primo eletto e Vice Sindaco negli anni dal 1829 al 1832.
D. Biagio Antonio Francesco Teodoro, figlio del precedente. Proprietario. Nato il 1788 muore a Napoli all’ospedale di Marina il 13/07/1833. Era Ufficiale dell’esercito Borbonico.
D. Raffaele Francesco Paolo, fratello del precedente. Nato il 17/06/1807, sposò il 29/11/1828 Cesaria Caputo. Proprietario. Decurione dell’Università di Cancellara nel 1841,1845, 1847. Vice Sindaco dal 1848 al 1854. Sindaco dal 1855 al 1860. Venne esautorato dalla sua carica con il plebiscito-farsa del 21/10/1860, realizzato e voluto dai piemontesi dopo la conquista del Sud da parte dei garibaldini.
Biagio Antonio, figlio del precedente. Nato il 19/12/1834. Ricco proprietario. Sposò Angela Cillo. Partecipò con altri trentotto proprietari terrieri alla rivolta contro il plebiscito del 21/10/1860 a Cancellara. Subì il carcere per la rivolta al plebiscito denominata nel processo: “Guerra civile a Cancellara.”
Don Giuseppe Antonio, figlio del precedente. Nato il 08/09/1872 e morto il 10/09/1949. Sposò Lucia Nicolò nata il 13/06/1887. Ex sacerdote, Proprietario, Vice Sindaco dal 1912, Sindaco di Cancellara dal 1916, Giudice Conciliatore dal 1921. Podestà nel 1926.
Carlo, figlio di Francesco Maria Caterini e di Antonia Ianniello, nato il 17/01/1884 e morto il 23/01/1956. Proprietario e imprenditore. Sposò Maria Caterina Cillo nata il 08/07/1885. Partecipò alla prima guerra mondiale. Fu decorato per meriti di guerra.
Biagio, figlio del precedente. Nato il 04/11/1916. Sposò Maria Carmela Caputo. Partecipò alla seconda guerra mondiale sul fronte Libico. Fu prigioniero degli Inglesi a Tobruk. Gli fu conferita la croce al merito di guerra in virtù del R.D. n.1729 del 14/12/1942.
Angelo Raffaele Giuseppe, fratello del precedente. Nato il 04/03/1923. Ha sposato Rosa Caterini. Ha partecipato alla seconda guerra mondiale nella Regia Marina, reparto M.A.S. 
Raffaele Luigi Biagio, figlio di Giuseppe Antonio Caterini e di Lucia Nicolò. Nato il 15/01/1916. Sposò Angela Muotri. Partecipò alla seconda guerra mondiale sul fronte Albanese, Greco e Balcano-Iugoslavo. Rimase ferito in Albania durante le operazioni militari. Fu congedato con onore e ricevette in dono dallo stato, per meriti di guerra, due superbi cavalli.
Luigi Emanuele Amedeo, fratello del precedente. Nato il 24/11/1917. Insegnante. Sposò Antonietta Santoliquido di Acerenza. Partecipò alla seconda guerra mondiale: In Albania, nei Balcani e in Grecia. Promosso sottufficiale sul campo a Durazzo il 28/03/1943. Fu insignito di due croci di guerra al valor militare: la prima il 30/04/1945 e la seconda il 04/09/1945.


Palazzo Caterini a Cancellara

Ramo di Castrovillari:

D. Giovanni Francesco. Doctor in utroque iure. Magnifico. Nasce a Vaglio Basilicata dai Magnifici Giovanni Camillo Caterini ed Aurelia Ventre. Sposa a Castrovillari la Nobile Vittoria Mancini. Fu primo eletto dei Nobili e Sindaco di Castrovillari dal 1655. Esercitò la carica di Procuratore di Santa Maria Scala Coeli. Fu deputato alla compilazione dell’inventario della Platea del monastero.
Aurelia Caterini di Vaglio Basilicata, sorella di Giovanni Francesco, sposò a Castrovillari nel 1648 il nobile Pompeo Iannitelli.
D. Andrea Mario Angelo Saverio Nicola Vito Antonio. Figlio di Giovanni Francesco e di Vittoria Mancini. Nato a Castrovillari il 18/01/1652. Doctor in utroque iure. Magnifico. Primo eletto dei Nobili. Sindaco di Castrovillari e Maestro del Sacro Monte di Pietà nell’anno 1710. Sposò a Vaglio Basilicata la Magnifica Caterina Saponara, sorella del sacerdote Don Vito Saponara.
Cinzia Caterini, sorella del precedente, sposò nel 1691 il nobile Carlo Malena.
Benedetta Caterini, sorella di Cinzia, sposò  Pietro Pellegrini barone di Fossaceca e nipote dei Vescovi: Marziale Pellegrini, vescovo di Nazareth e Carlo Pellegrini, vescovo di Avellino.


Stemma della casata Pellegrini di Castrovillari. Chiesa di Santa Maria del Castello

Chiesa di San Giuliano a Castrovillari, Cappella Caterini-Cappelli.
A destra: tomba della famiglia Caterini del XVIII sec., restaurata nel 1984

D. Francesco Antonio Giuliano Crisostomo. Figlio di Andrea Mario Angelo Saverio Nicola Vito Antonio e di Caterina Saponara. Nato a Castrovillari il 03/02/1680. Doctor in utroque iure. Magnifico. Governatore di Castrovillari nel 1736. Primo Eletto dei Nobili nel 1738. Consultore dell’Università dal 1740 al 1744.  Sindaco dei Nobili di Castrovillari nel 1715 e nel 1743. Maestro di Città nel 1745. Deputato e Procuratore dei Cavalieri di Malta dal 1743 al 1751. Venne incaricato dal S. M. Ordine di Malta nel 1743 di redigere il Cabreo, ossia l’inventario dei beni che l’Ordine possedeva in diversi paesi della Calabria e della Basilicata. Sposò a Castrovillari la Baronessa D. Antonia Pugliese.
D. Leonardo Antonio Tommaso Nicola Gaetano. Figlio del precedente. Nato a Castrovillari il 16/03/1716.
Doctor in utroque iure. Magnifico. Primo eletto dei Nobili. Giudice e Governatore di Frascineto (Cosenza) nel 1740. Sindaco dei Nobili di Castrovillari dal 1747. Deputato e Procuratore dei Cavalieri di Malta dal 1752 al 1763. Venne incaricato dal S. M. Ordine di Malta di riaprire il Cabreo, portato a termine dal padre, per aggiungere l’incorporazione dei beni donati da Fra Carlo Carafa. Sposò a Sant’Arcangelo di Lucania il 07/06/1746, la Nobile D. Barbara Giocoli, figlia del Dottore Fisico Nicola Giocoli e della Nobile Girolama Panevino di Tursi.


Sepolcro e stemma della famiglia Giocoli di Sant'Arcangelo di Lucania

D. Carmine Giuseppe Antonio Benedetto Pietro Giovanni Battista. Figlio del precedente. Nato il 05/02/1759. Dottore in legge. Magnifico. Sposa la Baronessa Anna Maria Campagna, figlia di Vincenzo e Ignazia Sibano di San Marco, Baroni di Sartano.
D. Francesco, figlio di D. Francesco Caterini e Donna Maria Ruggiero da Cassano. Nasce il 13/01/1838 e muore il 14/10/1881. Sposa Donna Rosa Giangrieco. Dottore in Medicina.


Continua sul sesto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007  - All rights reserved  
 

*******************
STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:
Elenco A - B  /   Elenco C   /   Elenco D - H 
Elenco I - N /  Elenco O -R  /  Elenco S -
Z
*******************

SEDILI DI NAPOLI   CASE REGNANTI   ELENCO TITOLI
MEDIA   PUBBLICAZIONI   EVENTI  
ELENCO ANALITICO NOMI   MERCATINO ARALDICO   MAPPA DEL SITO
STEMMARIO   ORDINI CAVALLERESCHI

SCOPO   FONTI   CONTATTI   LINKS
HOME PAGE