Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Genoino

Arma: inquartato, nel 1° e 4° d’oro all’aquila bicipite di nero e coronata del campo (aquila imperiale austriaca); nel 2° e 3° d’azzurro al braccio vestito di rosso movente dal lembo destro tenente con la mano di carnagione un giglio al naturale fiorito di tre pezzi, ciascun fiore sormontato da una stella di sei raggi d’oro.
Cimiero: l’aquila imperiale austriaca.
Titoli: conti palatini, marchesi di Ortodonico, nobili del Sacro Romano Impero.
Dimore: Napoli e Cava dè Tirreni

Via M.-Ch.P.d.T.
Napoli, stemma famiglia Genoino

La famiglia Genoino, originaria di Cava dè Tirreni (SA), è enumerata sin dal 1334 tra le casate nobili del Regno, come risulta da prove fatte davanti alla Commissione dei Titoli di nobiltà del Regno delle Due Sicilie.
Giulio Genoino (1567 1648), giurista, entrò nel 1594 nel Collegio dei Dottori di Napoli; fu nominato eletto della piazza del popolo di Napoli nel 1620.  Essendosi sempre battuto per far ottenere al popolo maggiori diritti e per ridurre le numerose gabelle imposte dal governo spagnolo, fu dapprima arrestato nel 1620 per ordine del Vicerè Gaspare Borgia, e nel 1647 dovette fuggire da Napoli per aver sostenuto la rivolta di Masaniello.
Antonio Genoino, Regio Consigliere, fu insignito dall’imperatore Ferdinando II d’Asburgo nel 1632 del titolo di conte palatino, e riconosciuto nobile del Sacro Romano Impero, del Sacro Palazzo Lateranense, dell’Aula Cesarea ed Imperiale Concistoro; inoltre ebbe il privilegio di aggiungere al proprio stemma l’aquila imperiale austriaca. Godettero di tali privilegi i fratelli Diego, Leonardo, Carlo, Orazio e Luca, e i loro discendenti.

Via M.-Ch.P.d.T.
Napoli, Cappella gentilizia dei Genoino

Via M.-Ch.P.d.T.
Napoli, lastra tombale di Leonardo Genoino - anno 1595

Nel 1731 il conte palatino Ignazio Genoino fu investito del titolo di marchese dall’imperatore Carlo VI d’Asburgo-Austria. Il predetto Ignazio nel 1733 acquistò il feudo di Ortodonico, sito in Principato Citra e in diocesi di Capaccio, ed ottenne che ad esso fosse intestato il titolo marchionale, che fu poi riconosciuto con R.D. del 20 gennaio 1836.
La famiglia risulta iscritta nell’Elenco Regionale Napolitano con Carlo Luca Genoino (nato a Cava dè Tirreni nel 1842), marchese di Ortodonico (titolo trasmissibile ai primogeniti maschi, e in difetto alla femmina primogenita secondo la successione napolitana), conte palatino (titolo trasmissibile ai maschi e alle femmine), figlio di Andrea (n. 1799
1857) e della nobildonna Vincenza Petra dei duchi di Vastogirardi.
Ai fratelli di Carlo Luca, Diego (n. 1844
1923, vicesindaco di Napoli nel 1860 nella Sezione Porto, coadiuvato dal Delegato di P.S. Manzo represse attività borboniche) e Francesco spettano i titoli di conte palatino (mf) ed il predicato dei marchesi di Ortodonico (mf).

Cava de Tirreni
Cava dè Tirreni, Palazzo Genoino

Cava de Tirreni
Stemma Genoino, affresco

La famiglia Genoino ha vestito più volte l’abito di Malta (nel 1632 Luca Genoino fu cavaliere dell’Ordine Gerosolimitano) e si è imparentata con prestigiose famiglie come i Capecelatro dei duchi di Morrone, i Quaranta, i di Gaeta (Enrichetta Genoino dei marchesi d'Ortodonico sposò Cesare di Gaeta (n. 1828 † 1896), figlio di Emmanuele, conte di S. Angelo Limosano), ed altre.

Per la genealogia si consiglia di consultare le tavole genealogiche di Serra di Gerace e per Andrea, Carlo, Domenico, Ignazio e Michele Genoino consultare i registri della Real Commissione dei Titoli di Nobiltà.

_________________
Fonti bibliografiche:
- Lorenzo Giustiniani, “Dizionario geografico-ragionato del Regno di Napoli”, Napoli 1797 - 1816.
- Francesco Bonazzi di Sannicandro, “Famiglie nobili e titolate del Napolitano”, Napoli 1902.
- S.M.O. Gerosolimitano di Malta, “Elenco storico della nobiltà italiana”, Tipografia Poliglotta Vaticana 1960.
- Vittorio Spreti, “Enciclopedia storico-nobiliare italiana”, Arnaldo Forni Editore.
- G. B. di Crollalanza, "Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane", Pisa 1886


Continua sul sesto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved  
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi