Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Arma: troncato, nel 1° d'argento; nel 2° d'azzurro al falcone di nero, avente nel becco un ramo d'ulivo verde, e poggiante sulla vetta più alta di un monte d'argento a tre cime. 
Dimora: Napoli


© Napoli - Arma della famiglia Marigliano, duchi del Monte

Le prime notizie della famiglia Marigliano a Napoli si hanno con Aniello Marigliano (1706 † 1784) che sposò nel 1743 Francesca del Tufo.
Il figlio primogenito Francesco Saverio (Napoli, 1764
† 1837) si laureò in legge e fu nominato giudice della Gran Corte Civile; nel 1796 sposò Maria Francesca Scelleri di Buglione.
Acquistò, per sè e per i suoi discendenti, da Francesco di Capua Sanseverino (1745 † 1787), conte di Saponara, il palazzo di Via San Biagio dei Librai, costruito nel 1512 da Bartolomeo di Capua, conte di Altavilla
(1).


© Napoli - Arma dei Marigliano, inquartato con le insegne delle famiglie imparentate

Francesco Saverio Marigliano (Napoli. 1831 † ivi, 1883), figlio di Aniello (Napoli, 1779  † 1847) e di Maria Giuseppa Cito dei marchesi di Torrecuso, con R.D. 15 maggio 1858 fu decorato col titolo di duca del Monte (2), feudo in Principato Citra. Detto titolo nel 1723 fu concesso dall'imperatore Carlo VI d'Asburgo-Austria ad Antonio Jaquinto, passò nel 1780 a Mariantonia Marotta, poi nel 1800 a Gaetano Chaves ed infine ai Marigliano.
Il duca
sposò a Napoli nel 1859 Francesca Caracciolo, figlia del principe Onorato, marchese di Sant’Eramo e di Paolina Marulli dei duchi d’Ascoli (1841 † 1908).
Francesco Saverio (Napoli, 1889 † ivi, 1963), duca del Monte alla morte del padre Aniello (Napoli, 1865 † ivi, 1915), cavaliere del S. M. O. di Malta, intraprese la carriera militare arrivando al grado di colonnello di cavalleria. Addetto militare dell’ambasciata italiana di Londra fu membro della Commissione Alleata e insignito della Medaglia d’argento al Valor Militare, di Croce di guerra, di Medaglia commemorativa della campagna di Libia e della Prima Guerra Mondiale, sposò a Londra nel 1922  Dorothea Ballard Smith.
Il fratello Pio, nato a Napoli nel 1896, sottotenente di vascello, morì eroicamente in guerra a Taranto nell'agosto del 1916.
Filippo (nato a Napoli nel 1868), figlio di Francesco (Napoli, 1812
† ivi, 1885) e di Teresa Palamolla, figlia ed erede di Biagio, marchese di Poppano, per successione materna fu decorato col titolo di marchese di Poppano con R.D. del 21.1.1929. Sposò a Napoli nel 1890 Anna de Liguoro, principessa di Montefalcone e duchessa di Canzano.
I predetti titoli furono ereditati dal figlio Fedele Marigliano, nato a Napoli nel 1897.

Ch. S.M.A.a P.
© Napoli - Cappella gentilizia dei Marigliano

Ch. S.M.A.a P.
© Napoli - Arma famiglia Marigliano

Luigi  Marigliano (Napoli, 1839 † ivi, 1914), figlio di Francesco Saverio (1802 † 1889), fu  parroco di Santa Maria di Palazzo a Napoli; con l'aiuto dei nobili e del popolo restaurò il tempio dedicato alla Regina degli Angeli.


© Napoli - Epitaffio in memoria di don Luigi Marigliano
 

Famiglie imparentate con Casa Marigliano


Alcune parentele contratte dai Marigliano:
CARACCIOLO: Francesca Isabella (1890
† 1959), sorella del duca Francesco Saverio (1889  † 1963), sposò a Napoli nel 1933 Gioacchino Caracciolo dei principi di Torella.

MESSIA de PRADO: Francesca Marigliano (Napoli, 1830 † ivi, 1891), figlia di Aniello e di Maria Giuseppa Cito, sposò a  Napoli nel 1851 Giovanni Battista Messia de Prado, principe di Carovigno.
SPADAFORA: Carlo (Napoli, 1867
† ivi, 1934), figlio del duca Francesco Saverio (1831 † 1883), sposò a Napoli nel 1905 Evelina Spadafora, figlia del principe Pietro.


© Napoli - Insegne delle famiglie Notarbartolo e Marigliano, imparentate

Per eventuali approfondimenti si consiglia di consultare le tavole genealogiche redatte da Serra di Gerace e gli Affari della “Real Commissione dei Titoli di Nobiltà”.

_____________________
1) - L'ultimo erede dei di Capua decise di far acquisire il cognome ad uno dei figli di Luigi Sanseverino, principe di Biginano e, quindi, nel 1771 Francesco (1745
1787), conte di Saponara, acquisì il doppio cognome Di Capua Sanseverino.
2) - Enciclopedia Nobiliare Spreti.


Casato inserito nel 4° Volume di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi