Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Marra

Arma: ai tre monti sormontati dalle due spade in decusse sostenuta da due mani; al crescente rivolto in capo accompagnato da due stelle di sei punte, alla fascia di rosso sulla partizione.

Titoli: Baroni


Stemma Famiglia Marra

Famiglia spagnola presente a Lappano, uno dei “Casali del Manco di Cosenza”,  sin dal XVI secolo,  così come lo era l'altra famiglia nobile del paese ovvero gli Orsomarsi.


Lappano (CS), Palazzo Marra Orsomarsi, Portale


Lappano (CS), Palazzo Marra Orsomarsi, lato ovest


Lappano (CS), Palazzo Marra Orsomarsi, lato est

Il latifonfo dei Marra si estendeva in gran parte nell'attuale comune di Lappano: a ovest fino ad Altavilla (attuale frazione di Lappano) al confine con il comune di San Pietro in Guarano, a  est sconfinava nell'attuale e contiguo comune di Rovito; a nord si estendeva fino a Fondente, località silana (oggi bene comunale di San Pietro in Guarano, ottenuto in seguito a transazione con la nobile Amelia Marra, con atto rogato il 12 luglio 1931 dal notaio Francesco Goffredo e  reso esecutivo dal Prefetto di Cosenza nello stesso mese).


Lappano (Cosenza), Palazzo Marra, Portale


Famiglia Marra, stemma


Lappano (Cosenza), Palazzo Marra

Giorgio Marra, vissuto nel Seicento si dedicò agli studi universitari a Roma conseguendo il titolo di “utriusque iuri doctor”, profondo conoscitore della lingua laziale, fu  poeta, delle sue opere si ricordano due drammi: “S. Giorgii Martjirium”,  stampato da  Giovan Battista Robletto in Roma nel 1650, e “Martyris triumphuf”,  stampato da Ignazio Lazzari in Roma nel 1661. Fu teologo dell'Arcivescovo di Cosenza Alfonso Morelli, il quale gli conferì tre canonicati.


Lappano (Cosenza)


Lappano (CS), Località Querce dei Marra, chiesetta ricadente nel latifondo Marra


Lappano (CS), Località Querce dei Marra, Casino Marra

Michele Marra, Segretario del principe di Girifalco comune del mandamento di Borgia in provincia di Catanzaro; fu letterato, tradusse in italiano l'opera comica di don Pedro Calderon de la Barca intitolata “Con chi vengo vengo” , stampata a Napoli presso Novello de Bonis nel 1665.
Michele Marra (n. Lappano, 1860
† Cosenza, 3.4.1861) fu patriota del 1848 e del 1860.


Cosenza, Chiesa di San Francesco di Paola, lapide in memoria del nobile Michele Marra

_________________
Fonti bibliografiche:
- Eugenio Arnoni, “La Calabria Illustrata,vol. IV, il Circondario di Cosenza”.


Continua sul quinto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved  
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi