Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giogio

Piazza Ascensione

Leggenda vuole che la nascita del  S.M.O. Costantiniano di San Giorgio risale all’anno 312; l'imperatore Costantino I (n. 274 337), avendo visto durante la battaglia di Ponte Milvio contro Massenzio, una croce luminosa in cielo con la scritta “In hoc signo vinces”, la fece dipingere sugli scudi dei suoi soldati, creando così l’ordine cavalleresco sotto il nome di Milizia Costantiniana.

Secondo gli storici fu fondato nel 1190 dall’Imperatore d’Oriente Isacco IV Angelo Flavio Comneno, e fu retto dalla dinastia dei Comneno, i quali lo tramandarono di padre in figlio anche dopo la perdita del trono. L’ultimo discendente della casata Giovanni Andrea Angelo Flavio, non avendo figli e non volendo far estinguere  l ‘istituzione cavalleresca, trasferì  il Gran Magistero al duca di Parma Francesco Farnese e ai suoi successori nel 1697. Quest’atto di cessione fu confermato, con decreto del 5 agosto 1699, dall’imperatore Leopoldo I e dal papa Innocenzo XII il 24 ottobre dello stesso anno con la Bolla Sincerae fidei.
Nell’anno 1700 il duca Francesco I ricevette l’investitura della suprema dignità dell’Ordine nella Chiesa di Santa Maria della Steccata a Parma, dove fu anche stabilita la sede conventuale della milizia di San Giorgio.


Parma - Chiesa della Steccata

Nel 1706 la Santa Sede approvò la nuova stesura degli statuti dell’Ordine. Venne così regolata la successione al Gran Magistero e fu rilevato che nel corso dei secoli una caratteristica dell’Ordine fu il non essere considerato privilegio della corona, ma un bene familiare tramandato al figlio primogenito della famiglia e, nel caso di estinzione, a colui che fosse più prossimo al defunto Gran Maestro della stirpe dei Farnese. Il duca Antonio Farnese alla sua morte, nel 1727, chiamò alla successione l’infante Don Carlo di Borbone (n. 1716 1788) figlio della sorella Elisabetta e del re Filippo V di Spagna.
Quando poi egli  fu chiamato al Regno di Spagna, donò al figlio terzogenito, l’infante Don Ferdinando, il 6 ottobre 1759, tutti i suoi beni allodiali italiani e lo investì anche del Gran Magistero Costantiniano.

C.Capuano-Bibl.
Atto del 6 ottobre 1758 nel quale re Carlo III di Spagna designò il figlio Ferdinando suo erede al trono di Napoli e di Sicilia e lo investì anche del Gran Magistero Costantiniano.

A Carlo di Borbone succedettero tutti i re delle Due Sicilie: Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II, Francesco II, e l’Ordine fu sempre conferito anche dopo l’unificazione d’Italia, sull’esempio dei Comneno. La Santa Sede riconobbe la legittimità della continuazione dell’Ordine, cui assegnò un Cardinal Protettore. La milizia di San Giorgio è un Ordine non legato alla sovranità territoriale ma un giuspatronato familiare connesso alla primogenitura discesa dal re Ferdinando I delle Due Sicilie. La croce del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è d’oro gigliata, smaltata di color porporino a forma greca, caricata alle quattro estremità delle lettere “I.H.S.V”(In Hoc Signo Vinces) e nel cuore del monogramma di Cristo XP, tra le lettere greche Alfa ed Omega.


Napoli - Reale e Pontificia Basilica Costantiania di San Francesco di Paola - Rito delle Investiture dei Cavalieri
dell'Ordine Costantiniano (Napoletano).
Per gentile concessione del Marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, delegato della Campania

L’arciduchessa Maria Luigia d'Asburgo (1791 1847), figlia dell’Imperatore austriaco Francesco I, e moglie di Napoleone Bonaparte, duchessa di Parma e Piacenza dal 1814 al 1847, rivendicò e assunse il gran magistero dell'Ordine Costantiniano nel 1816, adducendo di essere discendente dei Farnese per via dell’Imperatrice, sua madre.
Il nuovo Ordine Costantiniano per distinguersi da quello principale adottò nell’insegna la lettera omega minuscola al posto della maiuscola.


L'insegna dell'Ordine Costantiniano della Casa Reale di Borbone
da notare la lettera omega maiuscola


L'insegna dell'Ordine Costantiniano di Parma
da notare la lettera omega minuscola

Oggi esistono tre Ordini Costantiniani di San Giorgio:
1) - parmense, il cui Gran Maestro è S.A.R. il Principe Don Carlo Saverio di Borbone-Parma, duca di Parma e Piacenza, (Nimega, 27 gennaio 1970), figlio maggiore del Principe Carlo Ugo di Borbone-Parma, Duca di Parma e Piacenza e della principessa Irene di Orange-Nassau;
2) - spagnolo, il cui Gran Maestro è Filippo di Borbone e Grecia (Madrid, 30 gennaio 1968),  attuale re di Spagna con il nome di Filippo VI. È figlio del re Juan Carlos di Spagna e della regina Sofia.
3) - napoletano-francese, il cui Gran Maestro è Sua Altezza Reale il Principe e Gran Maestro Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro, nato a Saint Raphaël in Francia il 24 Febbraio 1963, da Sua Altezza Reale il Principe Ferdinando di Borbone delle Due Sicilie, XVII Duca di Castro, e da Sua Altezza Reale la Principessa Chantal di Borbone delle Due Sicilie, Duchessa di Castro (nata de Chevron Villette).


Napoli - Chiesa dell'Ascensione a Chiaia - Cerimonia dell'Ordine Costantiniano (di Spagna)

 

Real Ordine di Francesco I

 Real Ordine di Francesco I

 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi