Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

  
a cura del Nob. dott. Vincenzo Rizzo-Zambonini dei Ritii

Album di Famiglia


Donna Agnese dei Ritii nata Shewan
(seconda moglie di Guglielmo Rizzo dei Ritii, ritratta
negli Trenta del del XX secolo negli Stati Uniti)
© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Agnes Shewan
Boston, 5.1.1907
† New York, 3.12.199
( ritratta nel giardino Chàteau dei Ritii in Francia nel 1937)

© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Donna Rose Eve Dery
(Liegi, 15.2.1880
† Bruxelles, 15.7.1922, prima moglie di Guglielmo Rizzo dei Ritii)
Immagine scattata al Cairo nel 1898 quando il marito era Ingegnere Capo del progetto ferroviario "Il Cairo- Luxor".

© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Don Antonio Rizzo dei Ritii (Napoli, 19.6.1838 † ivi, 6.6.1899) e Francesca Caracciolo
Immagine scattata nel Cilento negli anni Settante dell'Ottocento.
© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Donna Vincenza Barbaro Crispo di San Giorgio
(La Valletta, 15.12.1845
† Napoli, 4.3.1905, consorte di
Antonio Rizzo dei Ritii) - Anno 1880 circa.

© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Alessandro Rizzo dei Ritii
(Napoli, 8.7.1870
† Genova, 1.2.1969)
© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Donna Henrietta Zambonini
La fotografia è del 1870. Ella nacque a Ferrara il 22/04/1840 e morì in Napoli il 2/02/1899. Apparteneva alla piccola Nobiltà cittadina di Bologna, casato settecentesco. Sposò il Nobile Francesco Rizzo dei Ritii. Il rapporto tra le due famiglie si mantenne nel tempo, tanto che nel Novecento vi fu un secondo matrimonio Rizzo/ Zambonini.
© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii


Timbro sigillo Rizzo dei Ritii Cavalieri di Malta
© Proprietà Casa Rizzo Zambonini dei Ritii




 

Lettera del 29 novembre 1841 che don Arsenio Biagio Rizzo, arciprete di Comiso, scrisse al conte don Francesco Paolo Lanza  dei principi di Trabia. Don Arsenio ringrazia il conte per il sostegno economico alla parrocchia e lo ragguaglia sugli affari in sospeso.

Nella prima metà dell'Ottocento uno dei numerosi rami cadetti dei Lanza si imparentò coi Rizzo. La linea siciliana dei Rizzo risiedeva a Trapani (tuttora esiste  il Palazzo in via Garibaldi con bello stemma sul frontone).

Dalla lettera si evincono:

- le modalità di spedizione nel Regno delle Due Sicilie (il foglio è ancora piegato nella forma a busta originaria; purtroppo il francobollo è stato strappato, ed era differente tra Napoli e Sicilia);

- i rapporti tra clero e nobiltà;

- il continuo peregrinare dei rami cadetti nobiliari (i cui esponenti erano destinati ad abbracciare i voti religiosi) all'interno del Regno, sempre usufruendo dei legami parentali.

 

Albero genealogico

Famiglia Riccio-Rizzo

Armi delle famiglie imparentate

Le armi delle famiglie imparentate


Casato inserito nel 1° Volume di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved  
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi