Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Tomassetti

a cura del dott. Federico La Longa Mancini

Arma: d’argento, al pino sradicato di verde, accollato di una biscia di due giri di nero, per inchiesta, abboccante un pomo d’oro.

Titoli nobiliari: Marchese di Navelli (mpr.), Visconte di Celano (mpr.), Barone di Navelli (mpr.) Barone di Prezza (mpr.), Barone di Pietranico (mpr.)
Dimora: Pescina, Celano

famiglia tomassetti
© Arma della Famiglia Tomassetti

Antica e nobile famiglia abruzzese dell’Altopiano delle Rocche, che nel corso dei secoli si divise in due rami: quello di Celano ottenne la baronia e poi il marchesato di Navelli e fu proprietario del castello di Celano, quello di Pescina fu proprietario di grandi possedimenti terrieri a Pescina e palazzi a Castelvecchio Subequo, e fu illustrata da eminenti personaggi; tra essi:

- Marino: Vicario Generale della Diocesi dei Marsi fin dal 1565
- Lelio: unitamente a Iacovo Perrotta, concesse credito alle terre di Pescina, Tagliacozzo, Pescasseroli, Ortona dei Marsi, Collarmele, San Sebastiano, Bisegna, Introdacqua ed altre, negli anni 1638/39
- Giovanni Loreto: Visconte di Celano e Marchese di Navelli, nel 1662 concesse il Beneficio intitolato alla Madonna del Rosario all’università di Aielli
- Marino: Barone di Prezza, storico, morì a Pescina il 16 ottobre 1719
- Lelio: Capitano, morì a Pescina il 18 giugno 1721
- Geronima: Baronessa di Pietranico, morì a Pescina il 15 maggio 1724
- Giovanna Grazia: Baronessa di Prezza, morì a Pescina il 1 dicembre 1725
- Teresa: figlia di Camillo, Barone di Pietranico, sposò il Duca di Santa Candida Giulio Malvinni - Malvezzi e fu madre del Duca Giovanni Francesco, assalito e ucciso dalla plebe a Pescina il 10 febbraio 1799
- Maria: Baronessa di Prezza, nel 1803 vendette il suo Palazzo a Castelvecchio Subequo, situato tra il vecchio castello e il centro storico, al Cavaliere Francesco Valeri per 1000 ducati
- Luigi: dei Marchesi di Navelli, fu padrino di battesimo nel 1803 di Panfilo Tabassi, Deputato al Primo Parlamento Italiano
- Alfredo: fu proprietario del castello di Celano nel 1892


Castello di Celano

Il ramo dei Marchesi di Navelli si estinse nel XVIII secolo portando in dote il feudo con il castello alla famiglia Trasmondi, Marchesi di Introdacqua.
Domenica Tomassetti dei Baroni di Prezza sposò Giuseppe Moretti ed ebbe Maria Moretti (1914
1963)  che sposò il Nobile Michele Alfonso de Dominicis (1907 1960), alto dirigente del Comune di Roma e Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica.

_________________
Fonti bibliografiche:
- Archivio Parrocchiale- Cattedrale di S. Maria delle Grazie- Pescina
- Archivio di Stato di Napoli, fondi Regia Camera della Sommaria, Segreteria di Stato, collegio dei dottori
- Archivi di Stato Araldici


Continua sul quinto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007 www.nobili-napoletani.it - All rights reserved  
 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi