Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Famiglia Zagarese

Arma: di rosso, allo scoglio nascente dal mare con un'aquila spiegata in volo legata sullo stesso con una catena tenuta da un braccio vestito movente dal fianco sinistro dello scudo, il tutto al naturale; accompagnato nel capo da tre stelle d'oro (6) male ordinate.
Altra:
di rosso, alla fascia abbassata di verde sormontata da un'aquila legata e tenuta da un braccio vestito d'oro movente dal fianco sinistro dello scudo, in capo quattro stelle (6) d'oro ordinate in fascia (1).
Titolo: nobile di Rende.
Patrono: San Francesco di Paola.


Stemma famiglia Zagarese, foto di Francesco Salerno

Famiglia presente a Rende sin dalla prima metà del Cinquecento con le famiglie: Bonanno, Cannataro, Collerio, Federici, Gaudio, Guccione, Miceli, Natale, Pastore, Procida, Perugini, Puglisi, Rausi, Stellati di Cola, Spina, Senatore, Sirogeri, Scaglione, Leonetti, Vercillo, Vita, Maddalone, Ramondini, Rangi.
Gioacchino, esercitava la professione di gabelliere.
Da un atto notarile dell'ottobre 1585 compaiono come testi i Magnifici et nobiles Jo. Thomas et Horatius Zagarisji.
Cesare, sposò Quintia Sersale figlia di Giovan Francesco, i capitoli matrimoniali furono stipulati nel mese di marzo del 1591.
Francesco, Capitano, sposato a Sigismonda Perugini, nel 1612 testa a suo favore di sua moglie.
Pompeo, sposò Beatrice Perugini, ebbero per figlio Antonio Casimiro il quale venne battezzato a Rende nel 1648 dal Cappellano Maggiore del duca Enrico di Guisa.


Rende (Cosenza), Palazzo Zagarese, oggi Museo Civico

Il Magnifico Maurizio Zagarese, nel maggio 1683 sposò Giovanna Vercillo figlia del dottor Pietro; dalla Platea del 1695 risulta sostenere la Commenda dei Cavalieri di Malta di Cosenza con altri notabili di Rende: il Magnifico Pietro Buglio, il Magnifico Mario Ferraro, il Dr. Marco Maddalone, il Dr. Francesco Antonio Mannarino, il Sig. Don Francesco Marasco, e Don Vincenzo Pastore; si potrebbe definire una partecipazione collaterale come scrisse Gustavo Valente, pur non militando personalmente nell'Ordine vollero essere presenti e partecipi, indotti dall'influenza sopra loro esercitata da legami di parentela direttamente con Cavalieri, o famiglie a questi danti quarto, esistenti nella stessa località della presenza di chi assumeva obblighi, oppure collegato con un Cavaliere Gerosolimitano.
Giuseppe, per lo stesso motivo che mosse Maurizio, lo troviamo nella Platea del 1790 come benemerito dell'Ordine.


Palazzo Zagarese, scala d'ingresso

Antonio, nel rivolgimento del 1860 fu uno dei capi rivolta di Rende con: Salvatore Pastore, Pietro Vercillo, Giovanni Maddalone, e Giuseppe Stella.
Tommaso, sposato a Rosina Giuliani, ebbero per figlio
Cesare (1890), ebbe un concio di liquirizia ed uno di laterzi; fu Sindaco di Rende dal 1919 al 1926, Podestà dal 1927 al 1943, nel 1925 sposò Filomena Finocchio ed ebbero per figli: Bianca, Marcello e Loris.
La famiglia è giuspatrona di una Cappella gentilizia all'interno della Chiesa Matrice di Santa Maria Maggiore di Rende; costruirono la Cappella di Famiglia intitolata a San Francesco di Paola in località Surdo.


Rende, 16 dicembre 1922, festa del SS. Crocifisso per l'inaugurazione del Campanile della Chiesa Madre

_________________
Nota:
(1) - Biblioteca Universitaria di Napoli, manoscritto di Gaetano Montefuscoli. Archivio di Stato di Napoli, Livio Serra di Gerace, Iconografia.
_________________
Fonti bibliografiche:
- Amedeo Miceli di Serradileo, “I beni delle famiglie nobili e notabili di Cosenza attraverso gli inventari: dal periodo vicereale alla fine del Settecento”.
- Gustavo Valente, “Il Sovrano Ordine di Malta e la Calabria”, La Ruffa Editore, 1996.
- Ruggero Ciancio, “Rende 1943-1952. Luce sulla storia di un decennio”.
- Franz von Lobstein, “Settecento Calabrese”, Volume I, Fusto Fiorentino, Napoli 1973.
- Eugenio Arnoni, "La Calabria illustrata Vol. IV, Il Circondario di Cosenza"; Edizioni Orizzonti Meridionali, Cosenza 1995.


Continua sul sesto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007  - All rights reserved  
 

*******************
STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:
Elenco A - B  /   Elenco C   /   Elenco D - H 
Elenco I - N /  Elenco O -R  /  Elenco S -
Z
*******************

SEDILI DI NAPOLI   CASE REGNANTI   ELENCO TITOLI
MEDIA   PUBBLICAZIONI   EVENTI  
ELENCO ANALITICO NOMI   MERCATINO ARALDICO   MAPPA DEL SITO
STEMMARIO   ORDINI CAVALLERESCHI

SCOPO   FONTI   CONTATTI   LINKS
HOME PAGE