Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Parisani Bonanno

Arma: inquartato: nel 1° e 4° d’azzurro al monte di sei cime d’oro all’italiana, ristretto; nel 2° e 3° di rosso a tre bande d’oro.
Titoli: marchesi di Caggiano (Salerno), conti di Contursi (Salerno),  baroni di Scala (Cosenza), feudatari di
Montaquila, Rocca Ravindola, Valleporcina.
Dimore: Roma, Tolentino, Macerata, Camerino, Napoli, Caggiano.


© Napoli, stemma Parisani Bonanno

Della  famiglia Parisani, originaria dalla Germania, si hanno notizie sin dal secolo XIV in Tolentino, in provincia di Macerata, con il capostipite Tommaso che nel 1303, come priore, stipulò l’acquisto del castello di Urbisaglia, sui cui resti fu in seguito eretta l’attuale Rocca di Urbisaglia.
Buongiovanni Parisani, figlio di Tommaso, fu priore nel 1304.
Alberico
, figlio di Ruggiero e nipote di Buongiovanni, consigliere e vicario generale di Cesena e Feltre nel 1417, fu un valoroso capitano al servizio dell’imperatore Sigmondo di Lussemburgo (1368
1437).
Giovanni Antonio, fratello di Alberico, nel 1420 fu cavaliere del S.M.O. di Malta del Priorato di Roma.
Prospero, altro fratello di Alberico, fu investito del castello di Serravalle nel distretto di Camerino, nel 1435 dal duca di Milano Filippo Maria Visconti.
Lorenzo, I.V.D., anch’egli fratello di Alberico, nel 1430 fu eletto podestà di Viterbo dal pontefice Martino V, nato Oddone Colonna (1639
1431).
Ascanio (
1549), figlio di Berardo e nipote di Lorenzo, fu nominato vescovo Caiacense, nel 1529 vescovo di Rimini, nel 1539 vescovo di Camerino ed infine nominato cardinale col titolo di S. Pudenziana, legato a Perugia, da Papa Paolo III (1468 1549); fu ambasciatore presso l’Imperatore Carlo V d’Asburgo-Spagna.
Giulio (1533
1574), figlio di Niccolò, fu nominato vescovo di Rimini nel 1550; partecipò al Concilio di Trento (1545-1563) insieme all’arcivescovo Ferdinando d’Anna,  il cardinale Girolamo Seripando vescovo di Salerno, Pietr’Antonio di Capua arcivescovo d’Otranto, Gian Tommaso Sanfelice vescovo della Cava, Pompeo Piccolomini d’Aragona vescovo di Tropea, Fabrizio Severino vescovo della Cerra, il teologo Gian Francesco Lombardo, Francesco Ferdinando d’Avalos marchese di Pescara ambasciatore del Re Filippo II, Annibale Saraceno vescovo di Lecce dal 1560.


Concilio di Trento, particolare dipinto nel Museo del Palazzo del Buon Consiglio, Trento

Demostene, Cesare e Alessandro, fratelli di Giulio, furono rispettivamente vicario generale in Rimini al 1567 al 1574, governatore di Orvieto nel 1555, generale per la Repubblica Veneta.
Questo ramo si estinse per mancanza di eredi.

Nel 1674 don Prospero Parisani ( 1694) da Tolentino acquistò Caggiano, Contursi e Palomonte; ottenne il titolo di marchese di Caggiano (Privilegio dato a Madrid 16 gennaio 1678, esecutoriato il 30 settembre 1678) e conte di Contursi (Privilegio dato a Madrid l'11 dicembre 1686, esecutoriato il  2 maggio 1687), feudi in Principato Citra.
I Parisani dei marchesi di Caggiano vivevano in Napoli.

La famiglia aggiunse al proprio il cognome Bonanno creando la casata Parisani Bonanno.

Nicola ( 21 gennaio 1723), successe nei feudi a suo padre Prospero, sposato ad Emanuela Erberta Vitilio, figlia di Luigi, marchese di Auletta e di Donica Castriotto Coscinelli, signora della Scala (oggi comune di Scala Coeli in provincia di Cosenza), ha avuto come figlio Prospero (  7 novembre 1759), sposato a Vittoria Pagano (  12 dicembre 1758), ha avuto come figlio Nicola juniore (  18 maggio 1790), il quale prese intestazione dei feudi il 13 agosto 1760, ereditò da sua madre il feudo di Policoro in Terra di Basilicata. Il 21 aprile 1773 la Terra di Scala, risulta intestata a Nicola Parisani Bonanno, marchese di Caggiano, per cessione fatta dai coniugi Emanuela Vitilio ed Andrea de Gennaro, con Regio assenso del 31 ottobre 1768.


Napoli, lastra tombale di Nicola Parisani Bonanno - Anno 1723

Al marchese Nicola juniore successe il figlio Vincenzo (1764 1828), con i titoli di: marchese di Caggiano e conte di Contursi, ereditò da suo padre anche i feudi di Montaquila, Rocca Ravinola o Ravindola, Valleporcina ed altre giurisdizioni, prese intestazione il 12 dicembre 1790, in quanto suo padre Nicola era stato nominato dalla SS. casa dell'Annunziata che n'era posseditrice.
Il marchese Vincenzo con i suoi fratelli Ascanio (1766 1828), e Prospero (1768 1840), furono ascritti al Registro dei Cavalieri di Malta di giustizia.
La famiglia si è estinta con il marchese Nicola Parisani Bonanno (1799 1855), figlio di Ascanio (1766 1828).


Napoli, lastre tombali delle famiglie, da sinistra a destra per chi guarda: ?, Parisani Bonanno, Vitellio, Filomarino delle Bande

_________________
B
ibliografia:
- Vittorio Spreti, “Enciclopedia storico-nobiliare Italiana”, Arnaldo Forni Editore, 1978.
- Francesco Bonazzi di Sannicandro, “Elenco dei Cavalieri del S.M. Ordine di S. Giovanni di Gerusalemme”, Napoli 1897.
- Giuseppe Lumaga, “Teatro della nobiltà dell'Europa ovvero Notizie delle famiglie nobili, che in Europa vivono di presente, e che in lei vissero prima ...”, Napoli 1725.
- G.B. di Crollalanza, “Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti”, Pisa 1896.
- Amato Grisi, “Tra Telese e Tanagro. Pagine di storia”, editore Arci Postiglione, 2013.
- L’araldo,  Almanacco Nobiliare del Napoletano, anno 1910, 1914 e 1915, Enrico Detken, Libraio editore.
- Mario Pellicano Castagna, “Le ultime intestazioni feudali in Calabria”, Effe Emme 1978.
- Archivio Storico di Crotone.


Continua sul sesto volume in preparazione di "LA STORIA DIETRO GLI SCUDI"

Copyright © 2007  - All rights reserved  
 

*******************
STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:
Elenco A - B  /   Elenco C   /   Elenco D - H 
Elenco I - N /  Elenco O -R  /  Elenco S -
Z
*******************

SEDILI DI NAPOLI   CASE REGNANTI   ELENCO TITOLI
MEDIA   PUBBLICAZIONI   EVENTI  
ELENCO ANALITICO NOMI   MERCATINO ARALDICO   MAPPA DEL SITO
STEMMARIO   ORDINI CAVALLERESCHI

SCOPO   FONTI   CONTATTI   LINKS
HOME PAGE