Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Ordine Reale delle Due Sicilie

Giuseppe Bonaparte (1768 † 1844), fratello maggiore di Napoleone Bonaparte, fu  nominato re di Napoli  dal 1806 al 1808 col nome di Giuseppe Napoleone, e poi re di Spagna dal 1808 al 1813.
Istituì l’Ordine Reale delle Due Sicilie con Legge emanata in Napoli il 24 febbraio 1808 con lo scopo di ricompensare coloro che avevano operato per il bene della Patria.

© Proprietà Casa Cianciulli
Collare dell'Ordine delle Due Sicilie concesso a Michelangelo Cianciulli che scrisse la legge che aboliva i privilegi feudali.

L’ordine era composto da 500 Cavalieri, 100 Commendatori e 50 Dignitari.
La decorazione dell’Ordine consisteva in una stella d’oro a cinque punte, smaltata di colore rubino, sormontata da un’aquila d’oro pendente da un nastro di colore azzurro-chiaro. La stella in una faccia aveva l’arme del Regno di Napoli con la scritta: ”Renovata Patria” , sull’altra faccia l’arma di Sicilia
(1) con la scritta: ”Joseph Napoleo Siciliarum Rex instituit”. I Cavalieri Commendatori portavano il nastro pendente al collo, i Cavalieri Dignitari in forma di fascia pendente dalla diritta alla manca; i Dignitari portavano inoltre la gran stella sull’abito al lato sinistro.

Gioacchino Murat (1767 † 1815), re di Napoli dal 1° agosto 1808,  aumentò il numeri dei Cavalieri da 500 a 600, e con decreto del 28 gennaio 1811 istituì 13 collane d’oro composte da 15 medaglie d’oro contenenti le insegne delle Provincie del Regno e da una medaglia più grande posta al centro con l’effige del Re scolpita e con la scritta: ”Joachin Napoleon, tertio regni anno”.
Ogni cavaliere doveva pronunciare il giuramento di rito: “Io giuro di consecrar la mia vita alla difesa, ed alla gloria della corona e dello Stato”.

L’ordine era amministrato da un gran Consiglio presieduto dal Gran Maestro e composto da un gran Cancelliere, dal  gran Tesoriere e da due Dignitari.
Ad ogni cavaliere spettava una pensione annua di 50 ducati; i fondi furono prelevati dai soppressi ordini di Malta e Costantiniano.

Ferdinando IV di Borbone nel 1815 ordinò la restituzione dei beni all’ordine Costantiniano e nel 1819 abolì le decorazioni dell’Ordine delle Due Sicilie; nel 1819; con Real Decreto datato 1° gennaio 1819 fondò il Reale Ordine Militare Cavalleresco di San Giorgio della Riunione.


Abito con le onorificenze del periodo napoleonico

Tra gli altri, furono nominati Commendatori, Dignitari dell'Ordine e Cavalieri (tra parentesi la data di nomina):

Agar Jean-Antoine Michel (1771 1844), Conte di Mosbourg, , Ministro delle finanze, Dignitario (24.11.1808)
Anna (d’)
Vincenzo (1776 † 1844), 4° Duca di Laviano, Capo Squadrone degli Ufficiali di Ordinanza del Re, Commendatore (19.08.1810)
Acquaviva d'Aragona Giangirolamo, Conte di Conversano e Duca d'Atri, Ciambellano di Gioacchino Murat, Cavaliere (1808)
Ayerbe (d’) d'Aragona Giuseppe, Principe di Cassano di Bari, Scudiero di Gioacchino Murat, Cavaliere (data nomina ?);
Bassi Francesco Saverio, († 1821), figlio del barone Michele Bassi e di Vincenza Torricella, nobile di Chieti, Arcivescovo di Chieti, Commendatore (20.05.1808)
Bausan Giovanni, Barone, Capitano di vascello , Commendatore (03.07.1809)

Bianchi Dottula (de’) Giordano, Marchese di Montrone, Ciambellano di Gioacchino Murat, Cavaliere (nomina ?)
Calà Vincenzo († 1817), Arcivescovo di Sorrento dal 1805, Commendatore (28.10.1808)
Capecelatro Giuseppe, Patrizio Napoletano, Dottore in Legge, Avvocato Concistoriale, Cappellano del Tesoro di San Gennaro, Arcivescovo di Taranto, nominato nel 1806 da Giuseppe Bonaparte Consigliere di Stato e Presidente della Sezione Interno, Dignitario (19.05.1808)
Caracciolo Francesco Antonio Pasquale, Conte di Melissano, Cavaliere (13 maggio 1813)
Carafa Michele Enrico (Napoli, 1787 Parigi, 1872), figlio cadetto di Giovanni Principe di Colubrano e duca di Alvito, Luogotenente degli Ussari, Scudiero di Gioacchino Murat, Cavaliere (nomina ?)

Carafa di Noja Giovanni, Gran Custode de’ Suggelli d’onore del Grande Oriente di Napoli, Dignitario (23.05.1813)
Catalano Gonzaga Clemente ( 1817), duca di Cirella, Prefetto di Palazzo alla Reggia di Napoli, Commendatore (19.08.1810)

Cattaneo Carlo, Maresciallo di Campo, Commendatore (19.05.1808)

Cattaneo della Volta Camillo († 1834), Arcivescovo di Acerenza e Matera, Commendatore (28.10.1808)
Cianciulli Luigi,
Colonnello, Cavaliere (19.04.1814)
Cianciulli Michelangelo (1734 † 1819), Ministro Vice-presidente del Consiglio di Stato, Dignitario (19.05.1808)
Colonna Agostino  (Napoli, 1765  ivi, 1830), Maresciallo di Campo dell’esercito napoletano, Comandante d’Ischia, poi della provincia del Principato Ultra nel 1815, Commendatore (19.05.1808)
Colonna Andrea (Napoli, 1748 † ivi, 1820), Principe di Stigliano, Principe di Aliano, Principe di Galatro, Marchese di Castelnuovo, Gran Ciambellano del Regno, Tenente Generale, Dignitario (19.05.1808)

Correale Matteo (Salerno, 1764 †  Castellammare,1836), Barone, figlio del barone Pasquale e di Teresa de Vicariis, di nobile famiglia salernitana, Capitano di Vascello, Commendatore (18.06.1808)
Cosa (de) Raffaele, Barone, Ammiraglio, Cavaliere (1810)
Fasulo Giuseppe, Aiutante Generale, Cavaliere (14 settembre 1810)
Filangieri Carlo (Cava dè Tirreni, 1784 † S. Giorgio a Cramano, 1869), Colonnello, Principe di Satriano, Duca di Taomina, Commendatore (19.08.1810)
Filangieri Michele (San Sebastiano, 1766 † ?), figlio di Cesare 2° Principe di Arianiello, Ciambellano di S. M., Ispettore de' dritti riservati, Commendatore (28.09.1808)
Firrao Giuseppe (Fagnano, 1736  † Napoli, 1830), figlio di  Pier Maria Firrao, Principe di Sant'Agata e Luzzi, e di Livia Grillo di Agapito, Duchessa di Mondragone e Contessa di Carinola, Cardinale italiano dal 1801, Grand'Elemosiniere, Dignitario (19.05.1808)
Genova Pasquale, dei Baroni di Salle, Presidente del Consiglio Provinciale di Abruzzo Citra, Cavaliere
(nomina ?)
Giovene Giuseppe Maria (Molfetta, 1753 ivi, 1837), dei Baroni di San Giorgio, Arciprete della Cattedrale di Molfetta, Vicario Apostolico di Lecce, Capitolare di Otranto, Cavaliere (maggio 1813);
Labonia Filippo, Capitano delle Compagni Scelte di Rossano, Cavaliere (nomina ?)
Labonia Giovanni, Barone del Regno, Colonnello della Legione di Calabria Citra, Cavaliere (nomina ?)
Labonia Pietro, Segretario Generale dell’Intendenza di Calabria Ultra, Cavaliere (nomina ?)
Leo (de) Annibale (San Vito dei Normanni, 1739 † Brindisi, 1814), Arcivescovo di Brindisi dal 1798, Commendatore (28.10.1808)
Liberatore Pasquale Maria, Procuratore Generale presso la Gran Corte Criminale di Napoli, Cavaliere (1809)
Liberatore Raffaele, Capo Divisione del Ministero degli Affari Esteri, Cavaliere, (marzo 1815)

Lombardo Felice (Palermo, 1774 † Foggia, 1828), 4° Barone di San Chirico, Colonnello comandante della Regia Accademia Militare di Napoli, Cavaliere (data nomina ?)
Lucretiis (de) Gaetano, Canonico della Cattedrale di San Severo, Cavaliere (data nomina ?)

Macedonio Luigi (Napoli, 1764 †  ivi, 1840), 6° figlio di Nicola  Marchese di Ruggiano e dell’Oliveto e Barone di Grottolelle, Consigliere di Stato, Intendente generale della casa del Re, Commendatore (19.05.1808)
Mancusi Gioacchino Maria († 1811), Arcivescovo di Conza dal 26 giugno 1805, Commendatore (28.10.1808)
Manhes Charles Antoine, Conte, Tenente generale, Commendatore (19.08.1810)
Manzi Tito, Segretario generale del Consiglio di Stato e Consigliere della Corte di cassazione, Commendatore (12.03.1810)

Mastrilli Giulio (1773 † 1826), Conte della Rocca Marigliano, Ciambellano di S. M., Commendatore (08.10.1808)
Mastrilli Marzio (1753 † 1833), duca di Gallo, Ministro degli Esteri, Dignitario (19.05.1808)
Miccù Sivestro († 1830), Arcivescovo di Amalfi, Commendatore (20.05.1808)

Miceli (de) Gaetano Paolo († 1813), Arcivescovo di Rossano dal 1804, Commendatore (28.10.1808)
Montemayor (de) Giuseppe, dei Marchesi, Cavaliere (1810)
Morelli Vincenzo Maria († 1822), Arcivescovo di Otranto dal 1792, Commendatore (28.10.1808)
Mormile Baldassarre, Arcivescovo di Bari dal 1808, Commendatore (28.10.1808)
Napodano Andrea, giudice, Cavaliere (?)
Parisi Giuseppe (1745 1831), generale, presidente della sezione di Guerra e Marina del Consiglio di Stato, Dignitario (19.05.1808)
Pirelli Luigi († 1820), Arcivescovo di Trani dal 1804, Commendatore (28.10.1808)
Pignatelli Francesco (Napoli, 1775 ivi, 1853), Principe di Strongoli, Tenente generale, partecipò alla presa di Capri (1808), Commendatore (19.05.1808)

Pignatelli di Cerchiara Nicola, Consigliere di Stato, Dignitario e Gran Tesoriere dell’Ordine (19.05.1808)
Pinto Fortunato († 1825), Arcivescovo di Salerno e  amministratore perpetuo di Acerno dal 1805, Commendatore (28.10.1808)
Rizzi Carlo, Vice Presidente della Gran Corte di Giustizia, Cavaliere
(data nomina ?)
Sanchez de Luna Alonso, duca di Sant’Arpino dal 1789, Consigliere di Stato, Commendatore (19.05.1808)

Sanseverino Tommaso (1759 † 1814), principe di Bisignano e di Terranova, Consigliere di Stato, Dignitario e Gran Cancelliere dell’Ordine (19.05.1808)
Scalfaro Raffaele, Barone, Capo Legione della Calabria Ulteriore, Cavaliere
(data nomina ?)
Spina Domenico
(1790 1842), patrizio di Cosenza, Cavaliere (data nomina ?)
Spinelli Gennaro (Napoli, 1780 † ivi, 1851), principe di Cariati e di Sant’Arcangelo, duca di Caivano e di Marianella, Maestro delle cerimonie, Commendatore (13.08.1810)
Spinucci Domenico (Fermo, 1739 † Benevento, 1823), secondogenito del conte Giuseppe Spinucci, Arcivescovo di Benevento dal 1796, Commendatore (18.10.1808)
Torre della Bernardo (Napoli, 1746  Castellammare, 1820), Gran Vicario della Chiesa di Napoli, Commendatore (19.05.1808)
Tuttavilla Francesco (1775
1834), principe di Conca, duca di Calabritto, di Mignano e San Germano, Ciambellano di S. M., Commendatore (21.02.1809)

Wenzel Robert, Conte di Gallenberg, Direttore dei Teatri di Napoli, Cavaliere (data nomina ?)

Winspeare Antonio (Livorno, 1739 † Napoli, 1820), generale, Commendatore (01.03.1812)

___________________
Note:
1) - In realtà il Regno di Sicilia non fu mai conquistato dai francesi, Gioacchino Murat tentò invano nel 1810 di sbarcare in Sicilia.
 

Reale Ordine di S. Ferdinando

Reale Ordine di S. Ferdinando e del merito  Ordine di S. Giorgio della Riunione L'Ordine di S. Giorgio della Riunione

 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi