Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. 

Real Ordine di Francesco I
a cura di Fabio Picolli

Precursore degli attuali ordini al merito, il Real Ordine di Francesco I venne fondato da re Francesco I delle Due Sicilie (Napoli, 19 agosto 1777 Napoli 8 novembre 1830) il 28 settembre 1829 per premiare chi, prettamente in ambito civile, si fosse distinto nel servizio pubblico, nelle scienze, nelle arti, nell'agricoltura, nell'industria e nel commercio. 


Abito del Marchese Ferdinando Ferri de Pagnalver con in primo piano l'onorificenza di Cavaliere Gran Croce del
Real Ordine di Francesco I

L'Ordine fu eguagliato in dignità e prerogative a quello di San Giorgio della Riunione.

Il 22 Ottobre 2001 Ferdinando Maria di Borbone Duca di Castro (28 maggio 1926 20 marzo 2008) riformò gli statuti, istituendo i gradi di Dama Gran Croce, Dama Commendatore e Dama.

Il figlio Carlo è l'attuale Gran Maestro.

Classi:

Gran Croce con Placca

Commendatore

Cavaliere

Medaglia d'Oro 

Medaglia d'Argento

Il 21 dicembre 1858 furono aggiunte altre classi:

Gran Cordone (o Gran Croce con Fascia)

Gran Croce

Commendatore con Placca

Commendatore

Cavaliere di Prima Classe

Cavaliere di Seconda Classe

Medaglia d'Oro 

Medaglia d' Argento

Le prime due classi venivano accordate solo a coloro che avessero svolto particolari servigi per conto della Corona o dello Stato.

Le altre erano riservati ai funzionari e al clero, anche se non poche furono le concessioni a privati cittadini.

Insegne:

Croce d’oro, smaltata di bianco ad otto punte, e accantonata da quattro gigli d’oro, sormontata da una corona (tranne che per i Cavalieri di Seconda Classe) e caricata da uno scudo con la cifra F.I. (Francesco I) circondato da serto di alloro e da un orlo azzurro con il motto: DE REGE OPTIMO MERITO. Sul rovescio lo scudo riportava la scritta FRANCISCUS PRIMUS INSTITUIT M.DCCC.XXIX.

Le medaglie, invece, avevano sul fronte l'effigie del Re con una corona di quercia intorno e la legenda FRANCISCUS I, REG. UTR. SIC. ET HIER. REX, e nel rovescio il motto DE REGE OPTIMO MERITO M.DCCC.XXIX.

Furono nominati i seguenti cavalieri:

Anzani Giovanni, Consigliere della Suprema Corte di Giustizia, Commendatore.
Palmieri Riccardo (Napoli, 1831 † ivi, 1902), marchese di Monferrato al Vesuvio, capitano dell'esercito napoletano, Cavaliere.
Pignone del Carretto Giuseppe (n. 1813 1894) 8° principe di Alessandria e 10° marchese di Oriolo, marchese di Lupara e S. Dano
Quaranta Bernardo (Napoli, 1796 † Barra, 1867), barone di San Severino, Cavaliere Costantiniano delle Due Sicilie, Commendatore con placca dell'Ordine di Carlo III, Commendatore dell’Ordine di Francesco I.
Tortora Brayda Emilio
(n. Molfetta, 2 gennaio 1784  † Napoli, 9 dicembre 1854), barone.


 

Ordine di S. Giorgio della Riunione

Real Ordine Militare di S. Giorgio della Riunione Ordine Costantiniano Ordine Costantiniano

 

*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi